Brindisi n.7/ Timorasso per la “sharing economy”

E’ il più bohémien (e social) degli amici. Sacca a tracolla e una sciarpa arcobaleno d’inverno, sacca a tracolla e summer school da raggiungere d’estate (purché in Blablacar o in treno). Il brindisi con Barak  diventa un “co-drinking”, dove lui si fa “cicerone” tra i sentieri accidentati della sharing economy, dell’economia collaborativa, dei Bitcoin e dei co-working. Per il Prosit scegliamo un Timorasso “Filari di Timorasso” di Luigi Boveri  da 14,5° (Scoprite qui l’azienda), sorseggiato fresco, alla vineria Mezzolitro di Alessandria (Eccola qui). Finiremo parlando anche di capo-stazioni e controllori, antifragilità e cantanti anni Ottanta che davamo per defunti.

Partecipanti, 2: io e l’amico Giorgio (Barak) Baracco.

Il brindisi per… “La sharing economy che poi non è così sharing”: potere del Timorasso che fa crollare anche le nuove certezze (la spiegazione in realtà c’è, ma la scopriremo al prossimo brindisi).

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. V. ha detto:

    Ma con tutti questi “co-” e “sharing”… Alla fine, avete fatto alla romana o attivato un crowdfunding per il conto?! 🙂

    "Mi piace"

    1. 365brindisi ha detto:

      Ahahahah!!! 🙂 Messo tutto sul co-conto di Barak!! 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...