Brindisi n.11/ Ruché al “Turning Tables”

Ecco un aperitivo catartico, salvifico e consolatorio, parentesi di giornate tormentate, una mano tesa reciprocamente in mezzo a sabbie mobili di pensieri: due amiche erranti per la città, unite da dubbi, problemi e fragilità simili. Un giro di tapas – vino, stuzzichini (di verdure), comprensione e solidarietà al Nos3ss di Alessandria – per convincerci che non siamo poi del tutto sbagliate anche se non vestiamo i panni di Wonder Woman spietate e forti (però ci stiamo lavorando…). Con un Ruché Selezione26, Montalbera (la migliore alternativa alla Barbera per un aperitivo in rosso, ma meglio se con formaggi e salumi), riusciamo a cogliere anche il lato tragicomico delle nostre esistente (e sorriderne).

Partecipanti, 2: io e l’amica Francesca.

Un brindisi per… “Il capovolgimento delle situazioni”, quello che Adele chiamava Turning Tables, scambio di posizioni. In fondo a volte basta quello: un cambio di prospettive, e di ruoli, nel gioco di potere che è il fil rouge di certi rapporti, per avere piccole rivincite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...