Brindisi 28/ Un Rosè per “noi” e “i Puffi”

il

Brindiamo con un rosè Pisopo (dove Pinocchio è dipinto pure sull’etichetta: lo trovate qui) dell’enologo, premio Oscar del vino, Donato Lanati,  dentro i bicchieri dei Puffi (esigenze di trasloco). Ed è subito favola. E famiglia: quella bella e unita degli amici Chicca e Stefano, con la piccola Elena, è la mia preferita. Da Biancaneve all’audiolibro di Collodi, da Cappuccetto Rosso a Lilli e il Vagabondo, le passeremo in rassegna tutte, le fiabe più dolci. E anche la nostra serata sembra uscita dalla penna di Christian Andersen. Il titolo sarebbe: Chicca e la farinata magica. E’ “homemade” e “handmade” e sale sul gradino più alto del podio nella mia personale classifica di questo piatto tipico alessandrino: sottile, leggera, croccante il giusto, per niente unta, digeribilissima anche nella versione con il gorgonzola. Se avessi la bacchetta magica la utilizzerei per dilatare le ore e continuare a brindare, mangiare, chiacchierare e giocare. Ma è tardi, e anche nelle fiabe c’è il The End: così, “ci salutammo, felici e contenti”.

Partecipanti, 3: io, l’amica (e fotografa) Chicca e Stefano. Con la partecipazione (“Acqua, per favore”) della piccola Elena.

Un brindisi per “noi”… e io aggiungo per “i Puffi” che mi ricordano un’infanzia leggera e il calore delle belle famiglie. Il rosè Pisopo, da 14,5°, compare nel blog per la seconda volta: Ecco la prima (in solitaria)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...