Brindisi n. 49/ Un Muller Thurgau per “le case”

il

Da Alessandria a Torino per un pranzo della domenica in famiglia, con in tavola un po’ di mare (orata al sale), e un po’ di montagna grazie al Muller Thurgau dei Mastri Vernacoli cantine Cavit (Con 6 milioni di bottiglie l’anno è una delle aziende più grandi del Trentino: guardate qui). Il Muller è scelta obbligata, se nel brindisi si vuole coinvolgere una mamma quasi astemia: “Ma questo lo bevo perché lo lego a ricordi belli, e poi mi fa allegria”, dice. Sono 12° di leggerezza, degustati nella casa con vista Mole dove sono cresciuta. E questo è il periodo delle case: di notte le sogno, entrano in incubi terrificanti, diventano labirinti dai quali non riesco più a uscire (per ora), di giorno le visito con le agenzie immobiliari (per trovarne una). Oggi, né l’una né l’altra cosa, ma un pit stop nell’alloggio di famiglia, dove certi angoli parlano ancora di me.

Partecipanti, 3: io, e madre&padre.

Un brindisi per “le case”, quelle dove siamo nati, che abbiamo abbandonato, quelle che ci hanno ospitato, quelle dove viviamo e quelle dove vivremo. E quelle che ho lasciato nel passato: 2 a Torino, 2 a Ovada e 1 ad Alessandria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...