Brindisi n.71/ Un Limoncello per “la rimpatriata ad Alessandria”

Nella classifica degli “ammazza caffè” che preferisco, il Limoncello non c’è. Mai amato, perché è sempre “troppo”: troppo dolce o troppo alcolico, troppo annacquato o troppo pastoso. Questo invece (è un regalo), ha il giusto equilibrio, fa 30°, e il limone, ricco di oli essenziali per via della terra in cui cresce, prevale sullo zucchero….