Brindisi n.102/ Un Negroamaro per “la zuppetta di Natale”

Mi piacciono i piatti che si possono mangiare solo una volta all’anno, come la Peirbureira di Rocca Grimalda (una tipica lasagna ai fagioli: l’originale è un’esclusiva della sagra del paese, l’ultimo weekend di agosto), o la bagna cauda del Bagna Cauda day (l’ultimo weekend di novembre tra Astigiano e Alessandrino), i rabaton (speciali gnocchi di verdure: si mangiano alla sagra di Litta Parodi, dove sono nati) o la “zuppetta”, appunto, prerogativa del Natale. Un piatto unico, e originariamente povero, della tradizione pugliese: dentro c’è tacchinopane raffermo e bagnato nel brodo, parmigiano, mozzarella e caciocavallo, il tutto cotto in forno (qui la ricetta). Lo mangiamo anche oggi, a Natale. E per la prima volta a prepararla non è più la nonna: ha passato ufficialmente il testimone alla zia. Momento topico e prova superata con standing ovation. Onoriamo l’evento rimanendo in Puglia, con un Negroamaro Igt distribuito da Albenza, fa appena 12°, è leggero, dal sapore riservato, un sottofondo non prevaricante. I gusti forti e particolari della zuppetta restano protagonisti, insomma. E’ anche il primo Natale in versione famiglia allargata, siamo in 10. E il primo senza tombola. Non c’è nessuno che grida ambo dopo il primo numero, non c’è il “90: la paura”, né il “77: le gambe delle donne”, non c’è il “33: gli anni di Cristo” e nemmeno il “22: il pazzo”. Resta il 25, questo Natale diverso.

Partecipanti, 10: il parentado intero.

Un brindisi per “la zuppetta del Natale”, che rimangerò soltanto tra un anno, e che resta uno dei modi per rinnovare il legame con una terra che ho nel Dna per metà (mamma pugliese) e dalla quale manco da troppo tempo (dal 1990: è ora di tornarci).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...