Brindisi n. 107/ Un thè delle cinque per “le seconde volte”

Andare in Belgio, atterrare a Bruxelles e non vederla: fatto! Tre anni fa. Uno dei viaggi più strani. In realtà Bruxelles era solo il punto di partenza verso le Fiandre e i cimiteri di guerra, e verso “la veneziana” Bruges (leggete qui il reportage di V is for voyag per capire dove finimmo). Sicché era il caso di ritornarci, riscattarla, aggiungerla alla liste delle capitali europee visitate, e soprattutto concederle una seconda chance. Per questo ci siamo ricapitate – due amiche, io e Valentina – nel cuore dell’inverno, per sfidare freddo e grigio. E provare a sfatare la prima impressione, cioè che i belgi siano scostanti (“gli ultimi”). Missione fallita. Scorbutici ci sembravano e scorbutici restano. “Scusi, per andare all’aeroporto quale treno ci consiglia?” è l’innocente domanda al concierge dell’hotel. Risposta: “Lì ce l’ha stazione”. E bon. Il metatesto è: arrangiatevi. Bruxelles in fondo non è famosa per la simpatia, ma per i cavoletti. Ecco. E per la cioccolata (buonissima), Matisse (bellissimi i suoi quadri e il museo), la Grand Place (pittoresca), i caffè storici (sembra di stare negli Anni Venti) e i Puffi. La salviamo per questo. E salviamo i viaggi, perché loro ci salvano sempre. Omaggiamo l’idea mangiando un gaufre, il tipico waffle di Bruxelles (una ricetta che risale al 1725: qui trovate la storia), a forma di griglia. Sopra ci si può mettere di tutto, dalla panna al gelato: “Lo vorremmo con la cioccolata, grazie” chiediamo al cameriere del bar Beers & Cheers nella piazza del mercato dentro l’aeroporto di Bruxelles, a Zaventem (eccolo). Risposta: “No, qui no: niente cioccolato”. E bon. Ce lo mangiamo “liscio”, con due tazze di thé Lipton.

Partecipanti, 2: io e Valentina (amica e collega a La Stampa).

Un brindisi per “le seconde volte”, quelle che ti permettono di vedere un luogo, una persona o una situazione, da un’angolatura diversa, con un altro sguardo, che ti aiutano ad approfondire, cambiare idea, migliorare l’impressione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...