Brindisi n.144/ Un olio da 23 carati per “noi e…l(‘)oro”

C’è tutto il profumo della Liguria in questo brindisi, “….e a ‘ste panse veue cose che daià cose da beive, cose da mangiä, frittûa de pigneu giancu de Purtufin…”, e sembra di sentirlo, De Andrè cantare in sottofondo, tra il profumo delle acciughe che sfrigolano e la “creuza de mä” da risalire in auto, fino a Castelbianco, e poi a…