Brindisi n.3/ Barbera per far pace con Alessandria

Cantava De Andrè, nel suo Hotel Supramonte, quel “giorno incerto di nuvole e sole: ma dov’è il tuo cuore? Dov’è finito il tuo cuore?”. Un pezzo l’ho (ri)trovato nel posto più impensato, a Lobbi, frazione di Alessandria persa nella Pianura Padana, primo pomeriggio nella trattoria Da Cesare (eccolo: Da Cesare), in compagnia di una Barbera Camp du Rouss delle cantine Coppo (scopritele qui: Cantine Coppo), 2013, un vino rassicurante e coerente, con quello che ti aspetti da una Barbera importante, e con quello che cercavo: rassicurazioni, sicurezza.

Partecipanti, 2: io e X (ebbene sì, il brindisi quotidiano vale anche se condiviso con chi preferisce restare anonimo).

A cosa brindiamo? “Ad Alessandria, perché la città non ci sia ostile”. A volte le città sembra ti girino le spalle, sembra si divertano a diventare complici di ansie e tristezze. Alessandria fa questi scherzi. Noi abbiamo provato a ingraziarcela con un Prosit.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...